IL NOTIZIARIO

le notizie della settimana
dalle maggiori testate italiane

powered by MMEngines


LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA SU: cronaca




TITOLO: Maltempo in Toscana, treni: riattivata la circolazione sulla Roma-Firenze
DATA: 2015-08-02
OCCHIELLO: La situazione è tornata alla normalità, all'alba aperti i binari della Direttissima
TESTO:Nelle stazioni, ad accogliere i passeggeri, erano presenti, oltre al personale dell'assistenza, anche i volontari della Protezione Civile.   Molte persone hanno passato la notte a Santa Maria Novella a Firenze in attesa della ripartenza. "Ai viaggiatori - hanno fatto sapere da Trenitalia - è assicurata la massima assistenza e il rimborso del biglietto e dei pernottamenti". Ieri sera però alla stazione di Santa Maria Novella fra centinaia di viaggiatori c'era rabbia per la mancanza di informazioni e di assistenza.   E' ripreso anche il trasporto regionale in direzione Arezzo e Pontassieve. La situazione è dunque tornata alla normalità e il tabellone della stazione di Santa Maria Novella mostrava questa mattina poco dopo le 8 soltanto due treni regionali (uno delle 8,02 e l'altro delle 8,06) per Terni e Foligno che sono stati cancellati e un intercity per Milano che viaggia con un ritardo di venti minuti.  
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Cisgiordania, morto 14enne palestinese dopo scontri con esercito israeliano
DATA: 2015-08-01
OCCHIELLO: Il giovane era stato ferito al petto vicino al posto di controllo di Atara venerdì notte
TESTO:UN 14enne palestinese è morto poco dopo mezzanotte in seguito alle ferite riportate in scontri con l'esercito israeliano. Lo riferiscono fonti mediche locali. Il giovane, identificato come Laith Khaldi del campo profughi di Jalazon, era stato ferito al petto vicino al posto di controllo di Atara venerdì notte. L'esercito israeliano si è limitato a dire che le truppe hanno aperto il fuoco in risposta al lancio di bombe molotov. Si tratta del secondo morto tra i palestinesi in 24 ore, l'altro nella Striscia di Gaza, dopo l'attacco di estremisti israeliani che venerdì all'alba hanno dato alle fiamme la casa di una famiglia palestinese vicino Nablus uccidendo un bimbo di soli 18 mesi.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Aereo Malaysia scomparso: arrivato a Parigi il frammento trovato a Reunion
DATA: 2015-08-01
OCCHIELLO: E' giunto in Francia il pezzo d'ala lungo un paio di metri ritrovato mercoledì sull'isola francese e che si ritiene appartenga al Boeing 777 scomparso nel. ..
TESTO:Le indagini, avviate dalla magistratura parigina perché a bordo del volo MH370 della Malaysian Airlines partito da Kuala Lumpur l'8 marzo 2014 e mai arrivato a Pechino con 227 passeggeri e 12 membri di equipaggio c'erano anche 5 cittadini d'oltralpe, inizieranno ufficialmente mercoledì prossimo. Il tempo di far arrivare un investigatore malesiano e uno staff della Boeing. Solo un'analisi accurata del detrito potrebbe dimostrare che appartiene al velivolo scomparso. Sul tronco d'ala, lungo due metri e mezzo, c'è impressa la sigla 657BB, che Abdul Aziz Kaprawi, ministro dei Trasporti malese, sostiene provenire da un Boeing 777, così come hanno confermato i tecnici della Malaysia Airlines. FOCUS - VOLO MH370 GUARDA La videoricostruzione / FOTO Lo strazio dei parenti Le analisi del reperto inizieranno nel centro del DGA-TA (Direction générale de l'armement-techniques aéronautiques) di Tolosa. I resti di una valigia, anche questa trovata sulla stessa spiaggia dell'isola oltremare francese, sarà esaminata da uno staff di esperti dell'Istituto della ricerca criminale della Gendarmerie nationale (IRCGN) di Parigi. Le speranze che il detrito appartenga effettivamente al Boeing 777 della Malaysia sono decisamente aumentate. Molti incidenti aerei sono avvenuti nei pressi della Réunion negli ultimi anni ma mai nessuno ha coinvolto un apparecchio simile. Secondo gli esperti, il fatto che un pezzo della carlinga sia stato trovato sull'isola "significa che l'aereo non deve essere molto lontano". La deriva assunta dal floperone potrebbe essere stata impressa dalle fortissime correnti del sud dell'Equatore. Le ricerche sono state condotte da 20 paesi, con l'uso di ogni mezzo anche di mini sommergibili in grado di raggiungere grandi profondità. Ma non si è mai ottenuta alcuna traccia che potesse far risalire all'area. Un mistero che adesso, forse, si potrà iniziare a risolvere. Il Daily Mail Australia che ha seguito da sempre da vicino le opere di ricerca ha ricostruito una carta che riporta i risultati delle analisi scientifiche effettuate dagli esperti. Secondo i loro calcoli, che tengono conto delle diverse rotte seguite dal Boeing, della sua velocità e dei venti a favore e contrari ma soprattutto della forza delle correnti marine a quelle latitudini, i detriti dell'aereo potevano raggiungere proprio l'isola della Réunion entro 18 e 24 mesi dall'incidente.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Expo, summit degli 83 ministri della cultura. Franceschini: "Caschi blu per difendere l'arte"
DATA: 2015-07-31
OCCHIELLO: I rappresentanti dei Paesi si confronteranno per due giorni. Renzi: "Questo sia il motore del nostro sviluppo". Sul tavolo la proposta italiana di istituire. ..
TESTO:"L'Italia ha la legislazione sulla tutela del patrimonio culturale più antica del mondo: in tutti i campi c'è chi opera bene e chi opera male, ma al resto del mondo possiamo offrire la nostra eccellenza nel restauro, nelle competenze artistiche e archeologiche". Il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, per due giorni, non vuole guardare ai problemi di casa nostra (vedi Pompei o Roma) ma ad accogliere le delegazioni degli 83 Paesi presenti a Expo che, oggi e domani, sono a Milano per la conferenza internazionale dei ministri della cultura. "La cultura deve essere il motore dello sviluppo dell'Italia che verrà" ha detto il premier Matteo Renzi.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Meteo, temporali e aria fresca al Nord. Da lunedì torna il caldo intenso su tutta Italia
DATA: 2015-07-30
OCCHIELLO: Piogge intense e brusco calo delle temperature su Alpi, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto. A partire da domenica torna a splendere il sole. Poi l'anticiclone. ..
TESTO:ROMA - La tanto attesa aria fresca è arrivata sul Nord dell'Italia, preceduta da forti temporali che ieri sera si sono abbattuti sul Triveneto. Forti piogge sono previste anche oggi, con notevole abbassamento delle temperature su tutto il Settentrione e sulle regioni adriatiche. Ad essere interessate da acquazzoni Alpi, Piemonte, Emilia Romagna, poi Veneto meridionale e anche Marche. Venerdì sarà il turno delle regioni centrali, specie Toscana, Appennini, Marche ed Abruzzo. Sabato altri temporali al Nordovest e Appennini. Un po' di refrigerio, dunque, per gli italiani che si metteranno in viaggio questo week end per il primo vero esodo estivo. Secondo le previsioni del Centro di Coordinamento di Viabilita' Italia del Viminale al quale partecipa Anas, più di 20 milioni di italiani andranno in vacanza in auto nel mese di agosto. Anas ha dedicato uno specifico Piano di interventi e assistenza ai propri clienti, in collaborazione con i ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti e degli Interni, Prefetture, Polizia Stradale, Enti Locali, Carabinieri, Protezione Civile, Centro di Coordinamento Nazionale Viabilità Italia e le concessionarie autostradali. LE PREVISIONI Allerta meteo. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento. In particolare, l'avviso prevede dal pomeriggio di giovedì 30 luglio, precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Emilia Romagna e Veneto, in estensione da venerdì 31 luglio, su Abruzzo e Umbria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate. Di nuovo caldo. Da domenica, però, nuovo miglioramento con tanto sole e caldo intenso a Sud, isole maggiori e Lazio. In diverse città italiane bollino rosso Secondo l'ultimo bollettino delle ondate di calore pubblicato sul sito del ministero della Salute, sabato 1 agosto ci sarà livello di "allerta 3", il più alto, contrassegnato dal colore rosso ("condizioni ad elevato rischio che persistono per tre o più giorni consecutivi") a Bari, Cagliari, Campobasso, Latina, Messina, Palermo e Perugia. Sempre sabato, "allerta 2" (arancione, con "temperature elevate e condizioni meteo che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione, in particolare nei sottogruppi suscettibili") a Roma, Frosinone e Reggio Calabria. L'afa tornerà a farsi sentire già venerdì, con "allerta 3" a Latina, Palermo e Perugia e "allerta 2" a Bari, Cagliari, Campobasso, Messina, Roma e Reggio Calabria.  
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Padova: carabiniere picchiato, il collega spara, muore l'aggressore. Forse colpo partito per errore
DATA: 2015-07-29
OCCHIELLO: Da chiarire la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di un uomo: "disturbato", il 33enne Mario Guerra, che a Carmignano Sant'Urbano ha cercato di. ..
TESTO:PADOVA - Un carabiniere massacrato di botte, il suo aggressore ucciso dal proiettile esploso dall'arma di un collega, il militare che dovrà chiarire se abbia puntato volontariamente la pistola contro l'energumeno o se quel colpo sia partito per errore. E' la sintesi dei drammatici sviluppi di quello che,  a Carmignano Sant'Urbano, in provincia di Padova, doveva essere un intervento quasi di routine per la pattuglia dell'Arma. Era stata chiamata, assieme al 118, dai familiari di un uomo, il trentatreenne Mario Guerra, conosciuto alle forze dell'ordine come "persona disturbata" e, ironia della sorte, ex carabiniere a sua volta. Mario Guerra, avevano spiegato la madre e la sorella, era in un forte stato di agitazione. Una situazione, come detto, non nuova, durante la quale l'uomo era solito dare in escandescenza, offendere, malmenare e minacciare le due donne. Giunti sul posto, i sanitari e i carabinieri si sono così ritrovati davanti quell'uomo massiccio e muscoloso, alto 1,90 per 130 chili di peso. Gli occhi sgranati, parlava con difficoltà e farneticava. Lo hanno avvicinato per convincerlo a seguirli in ospedale per le cure del caso. Sulle prime Guerra si è dimostrato ragionevole e si è diretto verso l'ambulanza che lo avrebbe trasportato all'ospedale. Poi, d'improvviso, si è divincolato scaraventando a terra alcuni carabinieri e fuggendo verso i campi della sua proprietà. I militari lo hanno rincorso, ma solo uno di essi è riuscito a raggiungerlo. E per lui è iniziato un incubo. Il carabiniere ha placcato Mario Guerra, facendolo cadere pesantemente al suolo. La reazione di Guerra, a detta dei presenti, è stata violentissima. Il carabinere è stato investito da calci e pugni, poi Guerra ha impugnato un corpo contundente e lo ha colpito alla testa. Nel frattempo giungeva sulla scena il secondo carabiniere. Alla vista del collega a terra e sanguinante ha estratto la pistola d'ordinanza e ha sparato due volte in aria. Dalla sua pistola è poi partito un terzo proiettile, che ha raggiunto Mario Guerra al fianco. L'uomo è spirato poco dopo, nonostante i tentativi del personale medico di salvarlo. Del fatto è stata informata l'autorità giudiziaria di Rovigo, mentre proseguono gli accertamenti del Nucleo investigativo dei carabinieri per accertarne la dinamica e soprattutto per determinare se Mario Guerra sia stato ucciso volontariamente dal carabiniere o solo per un tragico incidente. Quanto al militare aggredito, ha riportato fratture al cranio e alla mandibola, oltre alla rottura di sei costole. Le sue condizioni sono considerate serie dai medici, ma non è in pericolo di vita.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Italia tra siccità e incendi: in Gallura hotel e case evacuati, il caldo causa morìa di pesci in Toscana
DATA: 2015-07-28
OCCHIELLO: In Sardegna giornata difficile per i roghi scoppiati soprattutto nelle province di Olbia-Tempio e Cagliari. Turisti in fuga sulle spiagge tra Porto Istana e. ..
TESTO:A Orbetello, in Toscana, la linea ferroviaria tirrenica è stata bloccata per diversi minuti permettere di domare un rogo. Nella località toscana, però, a causare l'emergenza sono le alte temperature che hanno causato un'enorme morìa di pesci nella laguna.  Secondo le prime stime della Federcoopesca-Confcooperative, a oggi è andata persa fino all'80% della produzione ittica locale per un valore di oltre 10 milioni di euro di danni. In particolare, sarebbero morti milioni di avannotti, di spigola, orata, cefalo e sogliola, tutto quel pesce che tra 18/20 mesi sarebbe diventato prodotto commerciale. "Immagino, anzi sono sicura, che già da questa sera la giunta regionale assumerà tutte le iniziative del caso per attivare anche lo stato di calamità e dunque la possibilità anche di attingere a fondi statali, perché purtroppo lì dobbiamo rivolgerci" ha detto l'assessore regionale all'Ambiente, Federica Fratoni, "la decisione è quella di procedere all'operazione di insuflaggio per riportare l'ossigeno nell'acqua a livelli accettabili. Solo il tratto fra la Libia e l'Egitto ha le stesse temperature". METEO - MARI E VENTI - SATELLITI  MONTAGNA - TRAFFICO IN TEMPO REALE Del clima molto caldo e della siccità prolungata in Liguria a fare i conti sono i vitigni. La vendemmia potrebbe essere anticipata ad agosto: la giunta regionale ha deliberato il calendario ufficiale per i viticoltori: apertura il 4 agosto e chiusura il 15 novembre 2015. "Siamo stati costretti ad anticipare i tempi a causa degli effetti del clima sui vitigni - ha spiegato l'assessore all'agricoltura Stefano Mai. Nuovo avviso criticità della protezione civile anche in Campania dove a partire dalle 12 di domani, e per le successive 48 ore, le temperature saranno superiori di 4-5 gradi rispetto alla media stagionale del periodo. La situazione, si legge in una nota, sarà associata anche a un tasso di umidità che nelle ore serali e notturne supererà l'80-90% e a una scarsa ventilazione. Il quadro complessivo potrà determinare una temperatura percepita superiore a quella reale generando situazioni di criticità. Di qui le raccomandazioni della protezione civile regionale affinché le autorità competenti elevino lo stato di vigilanza per le fasce fragili della popolazione e l'invito a consultare il "piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute" redatto dal ministero della salute. Il Veneto aspetta forti temporali, la Protezione civile ha emesso quindi un avviso di criticità idrogeologica che vale dalle 8 di domani, alle 14 del 30 luglio. Lo sato di preallarme è dichiarato nel Bacino Idrografico Alto Piave (Montagna), quello di attenzione è dichiarato pressoché in tutte le altre aree della regione. Previsioni. Sarà una breve tregua, aria lievemente più fresca (4-6°C) soprattutto al Nord Italia dove i valori torneranno nelle medie del periodo entro domenica. La diminuzione delle temperature riguarderà anche il resto d'Italia ma sarà meno evidente. La perturbazione porterà qualche temporale al Nord, anche di forte intensità, e sulla dorsale del Centro Sud. Ma l'anticiclone africano tornerà in pieno la prossima settimana. Caldo torrido a partire dalle regioni centro meridionali e Sicilia che saranno raggiunte da roventi masse d'aria in arrivo dal deserto del Sahara. Rimarrà ai margini il Nord lambito da correnti dal Nord Atlantico. Allarme incendi. Sono stati 57 gli incendi nei boschi divampati ieri in tutta Italia. Calabria e Campania, con 12 incendi, sono state le regioni più colpite dalle fiamme, a seguire la Puglia con 10. La provincia più colpita è stata quella di Cosenza con 7 incendi, seguita da Latina a 6. Nella giornata di ieri sono pervenute al numero di emergenza ambientale 1515 308 segnalazioni, di cui 107 per incendi, 43 per tutela ambientale, 8 per pubblico soccorso e 150 per altre tipologie. Nell'arco della giornata il Corpo Forestale ha schierato 343 pattuglie operative e ha effettuato un totale di 49 controlli sul territorio.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Sanità, tagli per decreto tetto a esami e visite chi sfora dovrà pagare
DATA: 2015-07-27
OCCHIELLO: Oggi in aula misure da 2,3 miliardi quest'anno e altrettanti nei prossimi due. I medici inadempienti avranno decurtazioni del loro stipendio
TESTO:ROMA. Un pacchetto di emendamenti al decreto "omnibus" enti locali, presentato nei giorni scorsi, darà la prima spinta alla spending review sulla Sanità. Dopo il via libera tecnico-politico giunto con le parole del Commissario alla revisione della spesa pubblica, Yoram Gutgeld, nell'intervista a Repubblica, si accelera la ratifica del piano concordato dalla Conferenza Stato-Regioni del 2 luglio scorso. Il provvedimento arriva oggi in aula al Senato e non è escluso il ricorso alla fiducia per poi passare alla Camera. "No agli allarmismi  -  ha rassicurato ieri il premier Renzi  -  sulla sanità si lavora soprattutto alla razionalizzazione e alla riduzione delle centrali di spesa". Mentre le Regioni si mettono in posizione di guardia: "Abbiamo già dato", dicono in coro gli assessori alla Sanità. In ballo c'è un pacchetto di misure per 2,3 miliardi nel 2015, altrettanti nel 2016 e nel 2017. Importanti, e in qualche caso dolorosi, i provvedimenti che riguarderanno direttamente i cittadini. In primo luogo c'è il taglio delle prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali ed esami di laboratorio) non necessarie (nel linguaggio tecnico: non appropriate). Il ministero della Salute con un imminente decreto stilerà la lista delle situazioni e patologie dove analisi e approfondimenti sono necessari, se si è fuori della lista si pagherà di tasca propria. La norma prevede anche una stretta sui medici perché il principio che ispira la razionalizzazione è che bisogna frenare il fenomeno della cosiddetta "medicina difensiva": medici che per mettersi a riparo da eventuali vertenze giudiziarie, "elargiscono" con facilità analisi e controlli. Da oggi chi sbaglia subirà un taglio allo stipendio. L'ARTICOLO INTEGRALE SU REPUBBLICA IN EDICOLA E REPUBBLICA+
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




TITOLO: Migranti, barcone con 13 cadaveri a bordo
DATA: 2015-07-27
OCCHIELLO: Nuova tragedia dell'immigrazione. Oggi cinque interventi nel Canale di Sicilia: 1810 persone tratte in salvo
TESTO:ROMA - Tredici cadaveri di migranti sono stati recuperati su un barcone diretto verso l'Italia, raggiunto da mezzi di soccorso al largo delle coste della Libia. Sullo stesso barcone vi erano altri 522 migranti che sono stati tratti in salvo. Le cause di questa nuova tragedia, che allunga ulteriormente la serie delle vittime delle migrazioni verso il nostro paese, non sono ancora state chiarite. L'intervento di soccorso era stato coordinato dalla centrale operativa di Roma della Guardia costiera che, ricevuta una richiesta di intervento, aveva inviato in direzione del barcone la nave Le Niam, della Marina militare irlandese, inquadrata nel dispositivo Triton. L'equipaggio della nave irlandese ha recuperato così i migranti, scoprendo però anche i tredici cadaveri. L'intervento è stato uno dei cinque realizzati oggi nelle acque del Canale di Sicilia; il bilancio complessivo è di 1810 persone tratte in salvo. Tutte le operazioni sono state coordinate dal centro nazionale soccorsi della Guardia costiera.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2015   Gruppo Editoriale l'Espresso (LA REPUBBLICA)




..oO(=o=)Oo..     © un prodotto accaTì     ..oO(=o=)Oo..
-->  tutto il materiale è protetto da Copyright  degli Autori ed Editori come indicato  <--