IL NOTIZIARIO

le notizie dalle maggiori testate italiane


LE NOTIZIE DAL GIORNO Saturday 02 July 2022 AL GIORNO Saturday 09 July 2022 SU: cinema




TITOLO: «Fracchia contro Dracula» in tv: dove si trova il castello del conte e gli altri 6 segreti del film
DATA:
OCCHIELLO: Avventura in Transilvania per l’impacciato geometra Giandomenico Fracchia, indimenticabile personaggio interpretato da Paolo Villaggio anche in questa pellicola del 1985 diretta da Neri Parenti
TESTO: Giandomenico Fracchia, agente immobiliare sfortunato, deve cercare di vendere almeno una casa per evitare di essere licenziato in tronco: per salvare il posto di lavoro cercherà di rifilare all’ignaro ragionier Filini un castello enorme in Transilvania, dimora di un certo Conte Vlad. Inizia così «Fracchia contro Dracula», cult del 1985 diretto da Neri Parenti che vede - nuovamente - come protagonista l’indimenticabile e amato personaggio ideato e interpretato da Paolo Villaggio. Accanto a lui Gigi Reder, in un bizzarro crossover con la saga di «Fantozzi»: è lui infatti a vestire i panni, ancora una volta, del già citato ragionier Filini. E l’attore è in ottima compagnia: in «Fracchia contro Dracula» compaiono anche Plinio Fernando (storico interprete di Mariangela Fantozzi), Paul Müller (il visconte Cobram di «Fantozzi contro tutti») e Lars Bloch (il Mega Presidente Arcangelo di «Fantozzi contro tutti»). Ma questa non è l’unica curiosità sul film, che si potrà rivedere alle 14.30 su Sky Cinema Comedy.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: «Winning Time: l’ascesa della dinastia dei Lakers», un tuffo nell’età dell’oro dell’NBA
DATA:
OCCHIELLO:
TESTO: Ricchissimo il cast: John C. Reilly nei panni del proprietario della squadra, Jerry Buss; Jason Clarke in quelli del campione NBA e dirigente dei Lakers Jerry West; Quincy Isaiah e Solomon Hughes a interpretare rispettivamente Magic Johnson e Kareem Abdul-Jabbar. Al loro fianco Jason Segel («How I Met Your Mother») nei panni di Paul Westhead, professore di lettere trasformatosi in assistente coach della squadra; Adrien Brody interpreta il coach Pat Riley; Michael Chiklis nei panni del coach dei Boston Celtics Red Auerbach; Sally Field in quelli di Jessie Buss, madre di Jerry Buss
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: La serie sulla storia dei Lakers e il racconto dello sport
DATA:
OCCHIELLO: Prodotta da Adam McKay, «Winning Time: l’ascesa della dinastia dei Lakers» presenta un’originale costruzione visiva che porta lo spettatore a tuffarsi dentro a un’atmosfera
TESTO: «Oggi niente colazione; vado a comprare i Lakers». Basterebbe questa battuta iniziale di John C. Reilly nei panni di Jerry Buss, il magnate-playboy che cambiò la storia del basket statunitense, per restituire il clima di un’epoca, la follia creativa di un ambiente che sembrava avere come unica missione quella di oltrepassare i limiti. «Winning Time: l’ascesa della dinastia dei Lakers» è l’ambiziosa serie targata HBO che ricostruisce il dietro le quinte dell’ascesa della squadra di basket di Los Angeles, trasformata da eterna perdente in una delle leggende dello sport globale (Sky Atlantic e Now). Possiamo pensare che si tratti della risposta di HBO a «The Last Dance», la docu-serie sulla vita di Michael Jordan che ha rivoluzionato il racconto documentaristico dello sport, anche se in questo caso siamo di fronte a un’operazione ancora complessa: non il racconto cronachistico di un’epopea, ma un prodotto scripted, un’opera di finzione.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Lino Banfi e la malattia della moglie Lucia: «Ho chiesto a papa Francesco di pregare per farci morire insieme»
DATA:
OCCHIELLO: In una lettera pubblicata dal settimanale «Intimità» le parole di dolore dell’attore 85 enne. Lui e Lucia Lagastra si sono conosciuti da ragazzi a Canosa di Puglia e si sono sposati nel 1962
TESTO: Lino Banfi, 85 anni, convive da anni con il dramma della malattia della moglie Lucia Lagastra, affetta da Alzheimer. Ma ora il protagonista indiscusso di «Un medico in famiglia» ha scritto una lettera a sua moglie, pubblicata dal settimanale “Intimità”. Un discorso toccante che nasconde un grande amore e dolore per questa condizione di salute della moglie. «Ho scritto a papa Francesco», si legge nella lettera «ho chiesto al Santo Padre quello che mi hai chiesto di chiedere precisamente. Gli ho raccontato il tuo desiderio, quello di andarcene insieme, nello stesso momento, tenendoci per mano come abbiamo fatto sempre nella nostra vita». Una richiesta importante e allo stesso tempo pesante anche per il Papa che ha risposto all’attore: «Bergoglio mi ha detto che non ha il potere di farci andare, anche se io e te non potremmo vivere senza l’altro, lui pregherà per noi».
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: “The Girl from Plainville”, la nuova serie true crime con Elle Fanning
DATA:
OCCHIELLO: Lo show uscirà il 10 luglio su Starzplay e ne abbiamo parlato con uno degli showrunner, Patrick Macmanus
TESTO: Uno dei casi più eclatanti e discussi dell’attualità americana diventa una serie tv e trasforma il caso giuridico contro Michelle Carter in una riflessione complessa su salute mentale, suicidio e responsabilità. Al timone del progetto “The Girl from Plainville” ci sono due showrunner già pratici di true crime, Liz Hannah (“The Dropout”) e Patrick Macmanus (“Dr. Death”), con il quale abbiamo avuto il piacere di scambiare due chiacchiere. Riguardo al rapporto tra realtà e finzione, Macmanus ci spiega: “Fin da ragazzo ho adorato l’horror e anche quello più creativo prende comunque ispirazione dalla vita vera. Pensare che storie del genere capitino veramente, e che non possano essere messe via come un libro o un film, rende il tutto molto più spaventoso. ”
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: «Thor Love and Thunder» storia d’amore e di superpoteri
DATA:
OCCHIELLO: Al cinema il 6 luglio il nuovo capitolo Mcu diretto da Taika Waititi con Chris Hemsworth e Natalie Portman. Il cattivo è Bale, Russel Crowe e Matt Damon tutti da ridere
TESTO: Per Natalie Portman un ritorno inaspettato tra i Marvel. Aveva lasciato la sua Jane in Thor The Dark World: la parte dell’astrofisica innamorata che aspetta il ritorno a casa del supereroe le stava stretta. Waititi l’ha convinta a tornare ribaltando i ruoli: lei guerriera, lui tenerone. «È stato surreale mettermi la tuta da Thor dopo averla vista per anni addosso a Chris. Ma ho capito quanta fatica ci voglia per interpretare un supereroe, ammiro i colleghi». Compreso Crowe: il suo Giove vira decisamente sul comico, ancora più del picchiatore alla Bud Spencer di TheNice Guys. «Siamo abituati a vederlo in ruoli molto eroici, è stato buffo trovarlo in un personaggio così ridicolo. Ha dimostrato molto senso dell’umorismo». Ne dà ampia prova anche Matt Damon grazie al suo cameo. È un improbabile Loki nella rappresentazione teatrale sulle imprese dei nostri eroi per i turisti in visita a New Asgard, dove Luke Hemsworth (fratello di Chris) è Thor e Sam Neill fa la parte di Odino. Chi, almeno sullo schermo, non ha alleggerimenti comici è il cattivo del film, Christian Bale. Un uomo buono e probo che dopo la morte della figlia e l’insensibilità degli dei per le tragedie dell’umanità diventa uno sterminatore, Gorr il Macellatore degli Dei, assetato di vendetta. «È più divertente come attore fare i cattivi che gli eroi, hanno più sfumature. Nel suo caso capisci cosa lo spinge a diventare un mostro. Con Waitiki si mescolano sempre commedia e tragedia. Anche sul set: fa il matto, canta, suona, girare è una follia». Torna serio per dire ciò che pensa della sentenza della Corte Suprema Usa sull’aborto. «Vorrei dire che abbiamo tutti un superpotere: andare a votare».
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: «Roar», favole moderne al femminile in un supermarket di violenze fisiche e psicologiche (voto 8)
DATA:
OCCHIELLO: Su Apple Tv+ una serie, con Nicole Kidman fra le star, che porta a galla problemi vari e abbondanti
TESTO: Problemi vari e abbondanti, molti legati alla difficile combinazione di lavoro e privacy (La donna con i morsi sul corpo), con scorciatoie verso l’horror e perfino la magia, come si conviene alle favole in cui anche la anitra può parlare. Nel primo episodio Issa Rae è una donna che scrive ma arrivata a Los Angeles dove deve discutere la riduzione per il cinema di un suo libro, si accorge che lei diventa invisibile e che le black lives non sempre interessano. Il testimone passa alla Kidman che, a contatto con la madre in pieno Alzheimer (splendida Judy Davis, cara a Woody Allen) temendo una futura perdita di memoria, inizia a mangiare le foto del passato in modo da evitare vecchi ricordi. Ed ecco poi un’altra afro americana, Cynthia Erivo che torna al lavoro dopo la maternità ma trova chi le sta rubando il posto di manager mentre le crescono bubboni degni di un horror di Cronenberg.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Yu-Gi-Oh!, morto il suo inventore Kazuki Takahashi : è annegato in mare, aveva 60 anni
DATA:
OCCHIELLO: Nato a Tokyo, brevettò le celebri carte e disegnò diversi anime di successo
TESTO: Kazuki aveva 60 anni, era nato a Tokyo e la sua carriera come fumettista aveva avuto inzio negli anni’80. Il 1996 era stato l’anno della svolta con la prima pubblicazione del manga Yu-Gi-Oh! , che aveva avuto seguito fino al 2004 con 40 milioni di copie vendute. Dal manga Takahashi aveva poi tratto ispirazione per dare vita al celebre gioco di carte, il cui nome significa “Re dei Giochi”. Un “ nome-presagio”, un gioco che è stato a lungo il grande protagonista dei discorsi dei ragazzi di tutto il mondo. In Italia i più giovani lo seguivano anche in televisione grazie all’anime in onda su Italia Uno a partire dal 2003. Ripetere le gesta dei personaggi della serie era diventato il passatempo preferito dei tanti bambini che si sfidavano con le carte ‘’Magia”, “Mostro” e “Trappola”. Gli appassionati di Yu-Ghi-Oh! oggi ricordano l’inventore del gioco condividendo sui social le loro carte preferite.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Jack Nicholson: 11 curiosità sul leggendario attore hollywoodiano
DATA:
OCCHIELLO: Dal padre misterioso alla sua collezione d’arte contemporanea, la vita di Nicholson è stata iconica quanto i suoi ruoli cinematografici
TESTO: Jack Nicholson (protagonista stasera delle Streghe di Eastwick, su Twentyseven alle 21 10) all’anagrafe John Joseph Nicholson, nasce il 22 aprile 1937 a Neptune City, nel New Jersey. Non si conosce l’identità del padre, ma la madre era senza dubbio June Nicholson. Jack lo scoprì però soltanto a 37 anni dopo un’inchiesta del Time, dato che June gli aveva fatto credere di essere sua sorella, convincendolo che la nonna fosse invece sua madre. L’inganno fu orchestrato poiché June rimase incinta a 17 anni fuori dal matrimonio, circostanza che all’epoca avrebbe causato uno scandalo.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: «Black Bird» e «Quella notte infinita»: le nuove serie da guardare nel weekend
DATA:
OCCHIELLO: Fra le ultime uscite anche «Westworld 4», «The Responder», «Senza Confini» e «The Girl From Plainville». Le novità su Apple, Netflix, Sky, Disney, Amazon e StarzPlay
TESTO: Tratta da una storia vera e dal libro In With the Devil, di James Keene e Hillel Levin, la serie Black Bird racconta l’amicizia dello stesso Keene con un serial killer. Il protagonista è un’ex promessa del football, figlio di un poliziotto, che finisce nel giro dello spaccio di droga e viene condannato a dieci anni di carcere. Pur di riavere indietro la libertà, Keene decide di accettare una proposta che ha tutta l’aria di essere una mela avvelenata: si fa trasferire in un carcere di massima sicurezza, dove ha il compito di diventare amico del sospetto pluriomicida Larry Hall per strappargli informazioni utili a farlo condannare. Eppure Larry è così tranquillo e pacato. .. davvero è un serial killer? La serie in sei episodi è disponibile da oggi (con i primi due) su Apple Tv+. Nel cast Taron Egerton (Rocketman), Ray Liotta e Greg Kinnear.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2004   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




© un prodotto accaTì
tutto il materiale è protetto da Copyright degli Autori ed Editori come indicato