IL NOTIZIARIO

le notizie dalle maggiori testate italiane


LE NOTIZIE DAL GIORNO Saturday 02 July 2022 AL GIORNO Saturday 09 July 2022 SU: motori




TITOLO: Mercato, il semestre nero dell’auto. Ma ancora non si vede l’effetto incentivi
DATA:
OCCHIELLO: Le oltre 200 mila auto in meno rispetto al 2021 hanno segnato un calo del 22,7%. Ancora troppo presto per vedere i benefici dei bonus governativi
TESTO: La Fiat Panda resta la più vendutaLa Fiat Panda si conferma nel primo semestre 2022 l’auto più venduta in Italia con 59.152 esemplari venduti (contro i 67.958 del 2021), mentre tra i Suv prima e seconda posizione sono di Jeep: al primo posto c’è la Compass (7.646 unità) seguita dalla Renegade (4.244 esemplari).Tra i crossover la Ford Puma ha superato nel semestre la Fiat 500 X, segnando 15.494 immatricolazioni contro le 14.352 unità della compatta italiana. Il vetta alle station wagon c’è una premium: nei primi sei mesi dell’anno l’Audi A4 è stata la familiare più venduta in Italia grazie 2.083 esemplari.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Regole europee: dal 6 luglio tutte le nuove auto dovranno avere scatola nera, Isa e alcolock. Che cosa sono
DATA:
OCCHIELLO: Debuttano questo mese sulle auto di nuova omologazione tre dispositivi che saranno obbligatori tra due anni per ogni vettura proposta sui mercato dell’Unione Europea. Ecco come funzionano e quali sono i vantaggi
TESTO: Tra i mille problemi dell’automotive, è passata quasi inosservato che il 6 luglio scatta una piccola rivoluzione sui mercato dell’Unione Europea. Tra due giorni, infatti, tutte le auto di nuova omologazione dovranno essere obbligatoriamente dotate di inediti sistemi di sicurezza: alcuni già presenti sulle auto dell’ultima generazione (l’avviso di stanchezza del conducente, l’avviso di distrazione, il monitoraggio della pressione degli pneumatici e la segnalazione di arresto di emergenza), ma altri del tutto nuovi. Tra questi spiccano il sistema di registrazione degli incidenti - una sorta di scatola nera che registra l’attività della vettura negli istanti immediatamente precedenti e successivi all’accaduto - l’adattamento intelligente della velocità e l’alcolock, il dispositivo che impedisce l’avviamento del motore se il guidatore ha bevuto alcolici. Tra due anni, ci sarà il vero passaggio epocale: questi dispositivi saranno obbligatori sui veicoli (auto, pullman, furgoni e camion) di nuova immatricolazione dal 7 luglio 2024. Tutto per un obiettivo fissato in sede europea: salvare 25.000 vite ed evitare 140.000 feriti gravi sulle strade europee entro il 2038, un ulteriore passo verso la “Vision Zero” del 2050 che mira all’azzeramento delle vittime della strada.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Best of Belron, da 20 anni la più grande «gara» della riparazione, sostituzione e ricalibratura dei vetri dei veicoli
DATA:
OCCHIELLO: A Barcellona va di scena uno scontro tra titani in cui si mostra la complessità della materia, le sfide giornaliere poste dalla tecnologia e in cui si discutono nuove soluzioni, per velocizzare ulteriormente i servizi
TESTO: Uno scontro tra titani in cui si mostra la complessità della materia, le sfide giornaliere poste dalla tecnologia e in cui si discutono nuove soluzioni, per velocizzare ulteriormente i servizi. «Stiamo testando un’app per fornire una prima valutazione al cliente. L’intelligenza artificiale a cui lavoriamo sarà in grado di stimare la gravità e il tipo di intervento necessario sul vetro. Basterà scattare una foto», dice Fabio Felisi, General Manager Italia. Aspirazioni in continua evoluzione perché, dopo due anni di pandemia e una guerra che scuote l’Europa, l’emergenza climatica cambia ancora le carte in tavola, costringe a reinventarsi senza tanti giri di parole. «L’innovazione sta nell’essere lungimiranti, l’innovazione è una cosa che si fa. E non perché sia attraente o facile da attuare, ma perché è un dovere verso la società. Lo chiedono i clienti, lo richiediamo ai nostri fornitori, che vengono selezionati in base a criteri sociali e ambientali. Siamo la prima azienda nel settore che da vent’anni ricicla il vetro utilizzato, in Europa ricicliamo il 100%, in Nord America raggiungiamo l’80%. Per quanto riguarda le emissioni, il nostro obbiettivo è la neutralità climatica (net zero) », dichiara Lubner. L’approccio è pratico e la base di partenza solida. «Mentre in Italia si ipotizza l’utilizzo di pannelli solari nei magazzini del Gruppo, con il progetto Transformation, intanto, saranno più tecnologici i processi aziendali. Abbiamo creato un’interfaccia, per esempio, che permette ai dipendenti in giro per il mondo di condividere sia perplessità che nuove informazioni», afferma Felisi. Al BoB 2022, che ha visto prevalere nella competizione lo statunitense Joe Milligan, c’è chi ha detto che i campioni sono coloro che prestano attenzione alle piccole cose. A prescindere dalla loro entità, sembra proprio che Belron sappia focalizzarsi sulle cose giuste.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Al volante della Huracán Tecnica per un pieno di pura adrenalina. Il video
DATA:
OCCHIELLO: La Lamborghini Huracán Tecnica, costa 237.500 euro. È una due posti a motore centrale V10 aspirato: sarà l’ultimo motore esclusivamente a combustione prodotto a Sant’Agata
TESTO: Su strade aperte al traffico, significa diventare protagonisti di una sorta di videogioco in cui, se la rispetti e fai le mosse giuste, l’urlo lancinante dei suoi 640 cavalli ti invade inebriandoti con la stessa, spiazzante velocità con cui lei, come una fiera, azzanna le curve. In pista, vuol dire godere da matti mentre si cerca di cogliere l’esatto momento in cui tornare sul gas per farla girare con quel po’ di sovrasterzo che è la firma di un’auto in cui lo stato dell’arte dell’elettronica non toglie nulla alla bellezza tutta analogica di questo tipo di guida. Un mondo speciale dove il mordente dei freni carboceramici, fin eccessivo nell’utilizzo quotidiano, diventa lo strumento tramite cui sfruttare il grip dell’anteriore e la sua stordente prontezza di inserimento in curva, resa possibile dalle quattro ruote sterzanti e da specifici pneumatici semi-slick Bridgestone.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Pirelli Scorpion, il nostro test estremo degli pneumatici in Lapponia
DATA:
OCCHIELLO: Le tre versioni: Scorpion estivo, multistagionale Scorpion All Season SF 2 e Scorpion Wntier 2 invernale, provate su strada e soprattutto su vari impianti all’avanguardia
TESTO: Abbiamo provato la terza generazione di pneumatici Pirelli Scorpion nelle tre varianti – estiva, multistagionale e invernale – su tre fondi diversi come una pista con asfalto asciutto, un’altra ben allagata e una terza indoor, refrigerata a -9° mentre fuori c’è l’estate lappone con il sole di mezzanotte, guidando suv e crossover, anche elettriche e con trazione integrale. Le tre versioni: Scorpion estivo, multistagionale Scorpion All Season SF 2 e Scorpion Wntier 2 invernale, provate su strada e soprattutto su vari impianti all’avanguardia dove testare le differenti condizioni, con la consulenza di un esperto d’eccezione: il due volte campione del mondo rally Miki Biasion. Scorpion «estivo» Nuovo il disegno del battistrada asimmetrico che, grazie alla maggiore rigidezza e alla conformazione degli incavi longitudinali e laterali, consente una miglior frenata su asciutto e bagnato rispetto al precedente, favorendo una maggiore sicurezza di guida. L’impronta a terra più omogenea del nuovo battistrada, insieme alla rigidità del battistrada e della mescola, riducono la resistenza al rotolamento.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Lamborghini Countach Lpi 800-4 , alla guida del mito, rivisto in chiave moderna
DATA:
OCCHIELLO: 112 esemplari a 2,5 milioni di euro: tutte sold-out. Ecco, su strada, l’erede del modello più importante della storia di Lamborghini, la Countach
TESTO: In accelerazione (2,8 secondi lo 0-100) la spinta degli 814 cavalli totali quasi stordisce, anche perché l’urlo del 12 cilindri mentre si avvicina agli 8.500 giri è qualcosa che ti entra dentro per non andarsene facilmente. E il bello è che godi pure se il piede lo sollevi dal gas, quando gli scoppi che provengono dai terminali di scarico sottolineano una volta in più che ciò che stai guidando ha un che di balistico nell’anima. La guida è maschia, ruvida in alcune manifestazioni e piuttosto fisica, non da tutti. Richiede tecnica e concentrazione ma ripaga con sensazioni quasi dimenticate, analogiche al cento per cento nonostante la sofisticatezza dell’impianto tecnologico che la governa, dalle quattro ruote motrici al sistema di sterzata integrale. Grazie a quest’ultimo la Countach, che è lunga e non è un fuscello, sa essere agile e rapida nei sincopati cambi di direzione dell’Appennino come un’auto che pesa la metà dei suoi quasi 1.600 chili, diventando invece stabile come uno Shinkansen quando la velocità sale verso i 200 (la massima è di 355 all’ora). Se hai bisogno di rallentare in fretta, poi, la potenza dell’impianto carboceramico è di quelle che mette a dura prova i muscoli del collo, ma per essere sfruttata appieno richiede forza e decisione. È un po’ questo il bello della nuova Countach, essere in grado di farti sentire che devi dominarla per tirarne fuori il meglio. In un’epoca in cui tutto tende a virtualizzarsi, per un “toro” dell’era moderna questo è un gran bel risultato.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Dalla Lambo di peluche di Kim Kardashian alla Rolls con interni rosa di Kylie: le personalizzazioni più estreme
DATA:
OCCHIELLO: La classifica delle modifiche più costose che le celebrità hanno apportato alle loro auto
TESTO: La personalizzazione va a braccetto con il mercato del lusso. Lo sappiamo bene che il costo della personalizzazione a volte può addirittura superare quello delle vettura stessa. E sappiamo altrettanto bene che le celebrità dello spettacolo amano «cucirsi su misura» la propria vettura. Ma quanto si può arrivare a spendere per personalizzare un’auto? Il sito Confused. com, in collaborazione con Charlie Howes di CarSite, si è occupato di stimare il prezzo netto delle modifiche, e di quanto queste aumentino l'assicurazione sulla vettura. Vediamo quindi le personalizzazioni più strane e costose volute dalle star.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




TITOLO: Tutor, attenzione: ora sono anche sulle statali. Come comportarsi per evitare multe
DATA:
OCCHIELLO: Il tutor non è una prerogativa delle autostrade. Comuni ed enti li stanno installando anche sulle strade statali e provinciali e spesso non sono facilmente distinguibili da un «semplice» velox fisso
TESTO: Viaggiando sulle strade ordinarie imbattersi nel cartello «Attenzione velocità rilevata elettronicamente» è la normalità. Spesso non ci si fa più di tanto caso, si rallenta a si passa davanti alla postazione rispettando il limite. Comportamento corretto, perché spesso i controlli sono posizionati in tratte a rischio incidente, anche se purtroppo non mancano gli esempi negativi dove la postazione messa nel «nulla» ha l’intento di fare cassa. Passata la fotocamera altrettanto spesso si tende a riaccelerare, anche distrattamente e questo potrebbe metterci a rischio multa se ci troviamo in una tratta soggetta a tutor. Perché il tutor sanziona calcolando la velocità media tenuta tra le postazioni di ingresso e di uscita della tratta sotto controllo.
LEGGI LA NOTIZIA ORIGINALE QUI
COPYRIGHT: Copyright 2016   RCS MediaGroup (CORRIERE DELLA SERA)




© un prodotto accaTì
tutto il materiale è protetto da Copyright degli Autori ed Editori come indicato